Nella nostra cultura, il cibo è catalizzatore di quasi tutte le emozioni; è un modo positivo di esprimere amore, gioia, accettazione oppure è un modo negativo di esprimere senso di colpa, corruzione, paura o rifiuto. Il cibo e la qualità del cibo sono al centro di ogni festeggiamento: condividere il cibo significa partecipare alla festa; rifiutarlo significa essere lasciati fuori dalla vita.

    Il disturbo alimentare comincia con quello che sembra essere un problema di peso, perché laddove il conflitto non è ancora cosciente, assume la forma psicosomatica.

Photostream